Skip to content

Realtà del territorio: Spazio Polus a Balerna

Spazio Polus di Balerna, rappresenta una struttura polifunzionale in costante rinnovamento che risponde alle esigenze più attuali. Un raro e riuscito esempio di riqualificazione architettonica dove fare impresa, cultura e innovazione. Incontriamo la Presidente Giovanna Staub.

Giovanna Staub

Signora Staub, come e quando nasce Spazio Polus?

La storia di Spazio Polus nasce 112 anni fa quando la nostra società fu costituita ed operava nel settore del tabacco, divenendo un importante punto di riferimento per l’economia ticinese e del Mendrisiotto in particolare. Dopo 80 anni, nel 1992, a seguito della continua riduzione della produzione di tabacco in Svizzera e in Ticino, questa attività è cessata e ha preso avvio un’importante e qualificata riconversione degli spazi, che ha segnato il passaggio all’attuale attività nel settore immobiliare. 

Che cos’è oggi Spazio Polus?

Spazio Polus rappresenta oggi una struttura che, pur mantenendo i pregi architettonici di un tempo, risponde alle esigenze attuali del mercato: un luogo ideale dove insediare un’attività commerciale, centro polifunzionale per l’impresa, la cultura e l’innovazione. 7’700 mq affittabili suddivisi in spazi modulabili (da 24 mq fino a 600 mq), una Sala esclusiva dove incontrarsi e 180 parcheggi, oggi vi sono insediate una trentina di aziende che impiegano oltre un centinaio di collaboratori. La nuova torre in cortèn, inaugurata nel 2019 unitamente a ulteriori spazi ad uso uffici realizzati nel sottotetto, ha assunto la colorazione definitiva bruno scuro che ricorda la foglia di tabacco ed è diventata il simbolo dell’ultimo tassello di un complesso progetto di rinnovamento incentrato sul recupero di uno spazio industriale e spicca tra le architetture del paesaggio urbanizzato ben visibile anche dall’autostrada.

Uno dei locali più affascinanti di Spazio Polus è sicuramente la Sala Carlo Basilico, ce ne vuole parlare?

La Sala Carlo Basilico, un tempo refettorio dell’allora manifattura di tabacchi, è diventata un affascinante locale per eventi, convegni e ricevimenti. È decorato con dodici pitture murali dell’artista Carlo Basilico (1895-1966) rappresentanti località di provenienza delle sigaraie, situate nel Mendrisiotto, che, completati da tre grandi dipinti, rimandano all’origine e alla storia della nostra Società e del territorio. Dopo una prima ristrutturazione e modernizzazione effettuata nel 2008, a inizio 2022 la sala è stata oggetto di un ulteriore restyling con il quale si è voluto intervenire con sensibilità per esaltare ulteriormente i segni distintivi che la caratterizzano.

Sappiamo che sono in programma importanti interventi allo stabile, in che cosa consisteranno? 

Sì, in effetti stiamo lavorando a progetti di ammodernamento dell’impiantistica, di rifacimento e di rinforzo dei tetti e per la posa di un impianto fotovoltaico. Una parte di questi interventi è imprescindibile in quanto alcuni impianti stanno giungendo a fine vita; per altri si tratta di investimenti necessari al fine di mantenere il livello di qualità degli spazi e rispondere alle esigenze del mercato. In quest’ambito si inserisce anche il tema energetico, non solo per un discorso di sostenibilità, ma anche per un contenimento dei costi a vantaggio degli inquilini e dell’attrattività degli spazi. In merito all’impiantistica, dopo aver investito in un nuovo sistema di regolazione e misurazione dei consumi del riscaldamento, stiamo procedendo con la realizzazione a tappe di un impianto centralizzato di produzione del freddo che verrà messo in funzione a inizio estate. I cambiamenti climatici in atto e il conseguente aumento delle temperature rendono indispensabile disporre dell’impianto di climatizzazione. Per un comparto delle dimensioni come il nostro, in ossequio anche alle nuove normative, la centralizzazione è la soluzione consigliata dagli esperti. Questi temi sono spesso interconnessi aumentandone così la complessità. Inoltre, va rilevato che si interviene in uno stabile completamente affittato, dove le aziende devono poter continuare a operare. Anche per questo siamo affiancati oltre che da ingeneri specialisti, da uno studio di project management e direzione lavori.

Mendrisiotto Business, ha lo scopo di promuovere e valorizzare il territorio, cosa si augura e spera per il futuro della regione?

Mi auguro che con spirito imprenditoriale aperto, capacità di innovazione e volontà di fare rete, sappia mantenere il passo con gli importanti e accelerati cambiamenti in atto a livello sociale, economico e ambientale e che dai problemi che affliggono la nostra regione (come ad es. il traffico) possano nascere nuove idee e opportunità.

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: Spazio Polus

Condividi!

Condividi su Facebook
Condividi su X
Condividi su LinkedIn
Condividi su Pinterest