Skip to content

L’importanza dell’impermeabilizzazione

L’importanza dell’impermeabilizzazione

L’impermeabilizzazione edilizia è fondamentale per garantire il comfort degli ambienti interni ed evitare problemi derivanti da infiltrazioni, umidità, muffe e degrado degli elementi costruttivi. L’acqua è da sempre uno dei nemici giurati di ogni costruzione. Il deterioramento del calcestruzzo, provocato spesso dal lento lavorio degli elementi e soprattutto dall’acqua è molto pericoloso. Le infiltrazioni d’acqua possono produrre danni che rischiano di essere anche ingenti a qualsiasi costruzione. Molto spesso si riscontrano dei danni agli elementi esterni, a partire dal cappotto esterno, ma non mancano casi di infiltrazioni d’acqua che attaccano le strutture più essenziali di un edificio. Per questo la tempestività nell’intervento, che necessita prima di un approfondito esame che solo tecnici esperti del settore possono condurre, è decisiva.

Ecco le zone più a rischio:

  1. Nell’intradosso delle coperture a falde inclinate in seguito allo spostamento o alla rottura accidentale di uno o più elementi del manto di copertura, 
  2. Intorno alle cappe dei camini, nei displuvi o comunque in qualunque porzione di edificio dedita allo scolo delle acque.
  3. Nelle coperture in piano spesso danneggiate a causa dell’usura, e della scarsa manutenzione 
  4. In tutte le aree sporgenti come balconi e terrazze.
  5. Solai e pareti verticali dove sono presenti caditoie.

In commercio si trovano tante soluzioni diverse, che si differenziano tra loro per materiali e messa in opera. La scelta dipende da numerosi fattori, tuttavia bisogna sempre tenere a mente che i migliori risultati si ottengono valutando e rispettando i tre elementi chiave del settore delle impermeabilizzazioni. Infatti i prodotti impermeabilizzanti devono essere prodotti a regola d’arte, l’intervento va progettato correttamente ed è necessario che la posa in opera sia perfetta. Se manca uno solo di questi elementi, l’impermeabilizzazione avrà prestazioni e durata limitate.

Una soluzione all’avanguardia e oggi molto utilizzata per l’impermeabilizzazione è l’utilizzo del poliuretano espanso. Le sue proprietà sono eccezionali e senza eguali rispetto agli altri materiali da isolamento. Il poliuretano a spruzzo è un materiale sintetizzato di origine organica, duroplastico, molto compatto e non fusibile, con massa espansa rigida e struttura a celle chiuse, risultante dalla reazione tra i composti che prima della miscelazione si presentano allo stato liquido e in seguito a questa, si innesca una reazione esotermica che li trasforma in solido polimero con reticolazione stabile nel tempo. Il poliuretano espanso a spruzzo si applica direttamente in opera, senza scarti, aderisce perfettamente a qualunque tipo di supporto.

Il poliuretano espanso viene spruzzato in opera utilizzando due diverse tecnologie:

• a spruzzo;

• per iniezione o colata.

In entrambi i casi si utilizzano delle macchine poste su carrelli mobili e dotate di dispositivi che consentono di mantenere il prodotto sempre alla giusta temperatura. Nella posa in opera a spruzzo i due componenti del materiale si miscelano in parti uguali grazie alla pressione dell’impianto, in una camera di miscelazione della pistola distributrice.

Un buon sistema di impermeabilizzazione, se realizzato alla perfezione, può durare molti anni. E’ fondamentale però affidarsi ad aziende e professionisti competenti e preparati.

Noi vi consigliamo di contattare: Ponzoni SA

Condividi!

Condividi su facebook
Share on Facebook
Condividi su twitter
Share on Twitter
Condividi su linkedin
Share on Linkdin
Condividi su pinterest
Share on Pinterest