La pizza fatta in casa

La pizza fatta in casa

In questo periodo di quarantena in cui siamo tutti costretti a rimanere a casa, sempre più persone stanno scoprendo il gusto e il piacere di cucinare. Si sperimentano piatti tradizionali o alternativi, ci si sbizzarrisce in preparazioni di primi piatti, prelibatezze di carne, pesce e di innumerevoli tipologie di torte e biscotti.

Ma sicuramente al primo posto tra i piatti realizzati c’è la pizza, non a caso la farina e il lievito, sono, tra i prodotti piu’ difficili da reperire, in questo momento, nei negozi di alimentari e nei supermercati. Preparare in casa l’impasto per la pizza come quello che troviamo in pizzeria è alla portata di tutti, la preparazione di base è semplice, servono pochi ingredienti e si può completare con gli ingredienti preferiti. 

Ingredienti:

500 g farina 00 

400 ml di acqua

3 gr di lievito di birra fresco 

2 cucchiaini di zucchero

50 ml di olio di oliva

1 cucchiaino di sale

Preparazione:

Preparare l’impasto, in una boule, aggiungendo il lievito alla farina e mescolando  il tutto.In un’altra ciotola, capiente e con i bordi abbastanza alti, versare l’acqua tiepida e l’olio d’oliva, quindi mescolare e incorporare la farina una manciata alla volta. Una volta utilizzata metà della farina prevista, aggiungere un cucchiaio di sale, mescolare e finire di aggiungere la farina restante, sempre una manciata alla volta. 

Al termine di questo procedimento si otterrà un impasto denso, che bisognerà coprire  con la pellicola e lasciare lievitare in luogo tiepido per circa 2 ore. Terminato il processo di lievitazione, prendere una teglia e ungerla con abbondante olio di oliva, versare l’impasto, allargarlo per distribuirlo su tutta la teglia.

Aggiungere gli ingredienti scelti, ricordandosi che la mozzarella va aggiunta solo a 5 minuti dalla fine della cottura.

Alcuni consigli:

  1. La quantità di acqua da utilizzare dipende da vari fattori tra cui la quantità di glutine. Una farina ricca di glutine assorbe acqua in quantità maggiore
  2. Se utilizzate lievito di birra fresco è possibile anche scioglierlo in un po’ di acqua a temperatura ambiente, potete invece unire il lievito secco di birra direttamente alle farine
  3. La lievitazione del vostro impasto deve avvenire in un ambiente tiepido ad un temperatura di circa 25°, lontano da correnti. Potete metterlo in un mobile chiuso o dentro al forno spento, ad esempio
  4. La temperatura di cottura indicata è quella massima (solitamente è di 200-220° ma può arrivare anche a 300°) e i tempi di cottura variano in base al peso e allo spessore della vostra pizza
  5. Il forno elettrico ventilato è il più indicato per la cottura, ricordatevi di pre riscaldarlo prima di infornare
  6. Non utiizzare mai il mattarello per stendere la pizza per non vanificare il processo di lievitazione

Condividi!

Condividi su facebook
Share on Facebook
Condividi su twitter
Share on Twitter
Condividi su linkedin
Share on Linkdin
Condividi su pinterest
Share on Pinterest